Migranti e rifugiate. Antropologia, genere e politica

Autores

DOI:

https://doi.org/10.1590/1980-85852503880005915

Palavras-chave:

richiedenti asilo; rifugiate;, genere; diritti umani;, antropologia

Resumo

Il libro "Migranti e rifugiate. Antropologia, genere e politica" di Barbara Pinelli, docente di Antropologia dei processi migratori presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca,  indaga prospettive di genere e di antropologia femminista per descrivere i processi sociali che caratterizzano la mobilità umana, concentrandosi sulle donne rifugiate e migranti.

 

Biografia do Autor

Emanuela Bini, Università degli Studi di Bologna

Emanuela Bini si è laureata in Lingue e Letterature Straniere e in Scienze della Formazione Primaria presso l’Università degli Studi di Bologna, conseguendo anche la specializzazione come insegnante di sostegno per alunni disabili. Nella Tesi di Laurea in Pedagogia Speciale dal titolo “Disabilità, appartenenza culturale, contesti migratori. Approcci educativi e didattici” ha approfondito i temi dell’accoglienza e dell’integrazione delle famiglie migranti con bambini disabili indagando il ruolo delle istituzioni socio-sanitarie e scolastiche nella tutela del diritto alla salute e all’istruzione. Insegnante, formatrice, reviewer, Emanuela Bini pubblica saggi e articoli su riviste accademiche. In qualità di relatrice ha partecipato al Quarto Forum per Neolaureati in Sud Tirolo “Culture in dialogo” (2014) promosso dalla Libera Università di Bolzano. Nel 2019, selezionata dall'Ufficio Scolastico Regionale, ha condotto un Laboratorio formativo per docenti neoassunti sull'inclusione scolastica. Dal 2018 è iscritta alla Research SOcial Platform on Migration and Asylum (ReSOMA), piattaforma di ricerca sulle politiche migratorie in Europa. Dal 2019 collabora con REMHU: Revista Interdisciplinar da Mobilidade Humana in qualità di reviewer per la revisione e la valutazione di saggi e articoli. I suoi principali ambiti di ricerca riguardano l'educazione interculturale, l’integrazione scolastica degli alunni disabili, l'approccio antropologico e sociologico alla disabilità.

Emanuela Bini graduated in Foreign Languages and Literatures and in Primary Education Sciences at the University of Bologna. She also got certified as teacher for disabled children after attending the specialization course at University. In her final dissertation in Special Pedagogy titled “Disability, cultural belonging and migratory backgrounds. Educational and didactic aspects” she describes welcoming practices and the integration of migrant families with disabled children, focusing on the role of health services and educational Institutions called to guarantee the right to health and education. School teacher, teacher trainer, reviewer, Emanuela Bini publishes essays and articles on academic journals. As speaker she took part to the Fourth Forum for Young Graduates in South Tyrol “Cultures in dialogue” (2014) promoted by the Free University of Bozen. In 2019, commissioned by the Regional School Office, she held a seminar aimed at newly hired teachers about the inclusion at school.  In 2018 she signed up for the Research SOcial Platform on Migration and Asylum (ReSOMA) about Migration Policies in Europe. Since 2019 Emanuela Bini is collaborating with the academic journal REMHU: Revista Interdisciplinar da Mobilidade Humana as a reviewer of papers. Her main research areas deal with intercultural education, school integration of disabled children,  anthropological and sociological approaches to disability.

Publicado

2020-09-10