Globalizzazione, mobilità umana e creatività:

Rivisitando categorie a partire da tre casi di migrazione forzata in Angola

Autores

  • Paulo Inglês Università Bundeswehr

Palavras-chave:

migrazioni, classificazioni, categorie, creatività, Angola

Resumo

Questo articolo raccoglie alcune riflessioni sull’esperienza di ricerca in Angola nell’ambito della mobilità umana, con l’obiettivo di riflettere sulla produzione di classificazioni e categorie da parte di agenzie internazionali, ONG, policy-makers e ricercatori. Dopo aver sottolineato i rischi dell’assunzione acritica in attività di ricerca accademica di classificazioni e categorie prodotte in ambito burocratico, l’autore propone d'interpretare la migrazione come un’azione creativa alla quale individui o gruppi umani ricorrono per affrontare circostanze avverse e ricostruire la quotidianità.

Biografia do Autor

Paulo Inglês, Università Bundeswehr

Università Bundeswehr. Monaco, Germania. E-mail: pauloingles@gmail.com

Publicado

2018-11-27

Como Citar

Inglês, P. (2018). Globalizzazione, mobilità umana e creatività:: Rivisitando categorie a partire da tre casi di migrazione forzata in Angola. REMHU, Revista Interdisciplinar Da Mobilidade Humana, 26(54), 95–113. Recuperado de https://remhu.csem.org.br/index.php/remhu/article/view/1980-85852503880005406