Tra sfruttamento e protesta: i migranti e il caporalato agricolo in Italia meridionale

Autores

  • Angelo Scotto Università di Pavia

DOI:

https://doi.org/10.1590/1980-85852503880004806

Palavras-chave:

Caporalato, Gangmaster system, Southern Italy, Migrant seasonal workers, Mobilization.

Resumo

English abstract

This article describes the features and the origin of the gangmaster system (a form of illicit mediation to labour contracting, also called 'caporalato') in Southern Italy, how it has changed when migrant became the main workforce in agriculture, the way it leads to the exploitation of workers, and the reaction of foreign workers against this system.

We provide two examples of how workers dealt with caporalato in Puglia: in the first case, the province of Foggia, migrants were not able to organize to protest against the caporals; in the second case, Nardò, they started a strike that gave this phenomenon national visibility.

 

Abstract in italiano

Questo articolo descrive le caratteristiche e l'origine del caporalato (una forma di mediazione illecita all'assunzione lavorativa, in inglese “gangmaster system”) nell'Italia meridionale, come è cambiato quando i migranti sono diventati la principale manodopera in agricoltura, il modo in cui porta allo sfruttamento dei lavoratori, e la reazione dei lavoratori stranieri contro questo sistema.

Presentiamo due esempi di come i lavoratori hanno affrontato il caporalato in Puglia: nel primo caso, la provincia di Foggia, i migranti non sono stati in grado di organizzarsi per protestare contro i caporali; nel secondo caso, Nardò, hanno dato il via a uno sciopero che ha dato visibilità nazionale a questo fenomeno.

 

Keywords:

Caporalato; Gangmaster system; Southern Italy; Migrant seasonal workers; Mobilization.

Publicado

2016-12-01